Articles

Il piombo e l’oro: riflessioni sul caso Oliari c. Italia

M. M. WINKLER

GenIUS - Rivista di studi giuridici sull'orientamento sessuale e l'identità di genere

décembre 2016, vol. 3, n°1, pp.46-61

Départements : Droit et fiscalité, GREGHEC (CNRS)

Mots clés : Italy; Constitutional Law; Human Rights; LGBT Rights

http://www.articolo29.it/wp-content/uploads/2017/03/genius-2016-02.pdf


Il presente articolo propone un’analisi della sentenza resa in data 21 luglio 2015 dalla Corte europea dei diritti umani nel caso Oliari c. Italia. Qui la Corte, dichiarando che l’assenza di una legge sulle unioni omosessuali viola l’art. 8 della Convenzione europea dei diritti umani, ha di fatto accelerato il dibattito interno sulla legge sulle unioni civili promulgata, dieci mesi più tardi, il 20 maggio 2016. Nella prima parte, l’articolo esamina la sentenza Oliari, che rappresenta la conclusione di un percorso di formazione, attraverso il diritto sovranazionale, di uno statuto giuridico delle unioni omosessuali secondo il diritto italiano. La seconda parte, invece, esplorerà il “detto” e il “non detto” della sentenza Oliari, in particolare nella sua dimensione comparata e egualitaria. Infine, la terza parte metterà a confronto le statuizioni della Corte di Strasburgo con le disposizioni della legge n. 76/2016 sulle unioni civili per verificare se effettivamente il legislatore italiano abbia adempiuto ai propri obblighi internazionali.


JavaScriptSettings